L'applauso di Biella a Palmisano e Stano

16 Ottobre 2021

Nella marcia a staffetta terzo posto per la regina della 20 km e nona piazza per l’olimpionico, vincono Chiesa e Colombi nel circuito cittadino. Sui 3 chilometri Arese davanti a Crippa

 

La festa per i campioni olimpici, l’atletica che va in mezzo alla gente. Nella 29esima edizione del Circuito Città di Biella è una giornata di applausi ai due azzurri che hanno trionfato alle Olimpiadi di Tokyo nella marcia, Massimo Stano e Antonella Palmisano, impegnati in una gara dalla formula insolita e spettacolare: una staffetta mista sull’anello di 800 metri nel centro cittadino, quattro giri a testa e otto in totale per le coppie estratte a sorte, con gli uomini nella prima frazione e cambi alternati con le donne. Sorrisi ed emozioni, selfie e autografi per gli olimpionici della 20 chilometri a godersi la passerella dopo le imprese a cinque cerchi, in un pomeriggio di sole splendente.

Sul traguardo il successo è per gli azzurri Stefano Chiesa e Nicole Colombi, entrambi portacolori dei Carabinieri, che prendono il largo intorno a metà gara davanti al binomio composto dal giovane Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle) e dalla campionessa master Rosetta La Delfa (Unione Giovane Biella). Al terzo posto chiude Antonella Palmisano (Fiamme Gialle), che nella sua ultima frazione recupera terreno per la coppia formata con Giacomo Brandi (Cus Pro Patria Milano), invece Massimo Stano (Fiamme Oro) finisce nono insieme alla junior Anita Laiolo (Unione Giovane Biella).

Anche tante gare di corsa, di fronte al pubblico di piazza Duomo a Biella. Nei 3 chilometri volata vincente di Pietro Arese (Fiamme Gialle): il 22enne piemontese, sceso a 3:37.23 un mese fa nei 1500 metri su pista, riesce a far valere il suo brillante sprint in 8:21 nei confronti del pluriprimatista italiano Yeman Crippa (Fiamme Oro, 8:25) che all’indomani del 25esimo compleanno precede Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle, 8:26), finalista olimpico dei 3000 siepi. Tra le donne si impone la 21enne Giovanna Selva (Sport Project Vco) che dimostra di essere in crescendo di forma, dopo l’infortunio che l’ha frenata nei mesi estivi, e in 9:25 sorprende le avversarie: alle sue spalle Micol Majori (Pro Sesto Atletica, 9:26) mentre stavolta arriva terza Anna Arnaudo (Battaglio Cus Torino, 9:30), vicecampionessa europea under 23 dei 10.000 metri.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: